lunedì 30 dicembre 2013

37_soffia che ti passa: secondi lavori dal guadagno facile. Come gonfiare un palloncino


Sabato sera.
Cena casalinga low cost con amici: birra per i più, takiflù per me, pizza e televisore acceso in sottofondo.
Inevitabilmente si finisce a parlare del lavoro che va e che viene, dell'impossibilità di riuscire a mettere via neppure quella parte che servirebbe ad accendere il mutuo che ti porterai comunque nella tomba, e, insomma, tutti quei discorsi pacco da presi male, quei discorsi che "...ai tempi dei miei, invece...", che neanche alla peggior bocciofila di plurinovantenni sentiresti raccontare.
Rassegnati al fatto che, quel bilocale in costruzione al di là della strada, trasformato per esigenze di mercato in un TRI, te lo vendono davvero a 375MILAEURO e che quindi proprio noncisonocazzi, ingurgiti i bocconi con una fatica tutta nuova.
E il fatto che non respiri, e che la testa sembra voglia esploderti (questa volta solo per il raffreddore), di certo non rende il tutto più piacevole.

In un momento di mesto silenzio, veniamo risvegiati dal coma da un rumore che proviene dalla tele, fino al quel punto totalmente ignorata.
E' un rumore un pò fastidioso, indecifrabile.
Alla tele, un tizio americano sessantenne, racconta della sua ossessione-da-palloncini tenendosene uno trasparente -la sua tipologia preferita- stretto tra le braccia, spesso accarezzandolo e, così facendo, provocando quel fastidioso rumore che ci aveva fatti girare tutti e quattro verso lo schermo.
Dopo i primi minuti di (nostra) confusione a riguado, il vecchio, con tono innocente, aggiunge che, si, la sua attrazione nei confronti dei palloncini è anche di tipo sessuale.

Maaaaacosacaaaaaaaz?!?!?!?!?!?

E niente, da lì ci si apre un mondo.

Con mia grandissima sorpresa non c'è una voce di wikipedia dedicata, ma ve lo spiego io, che è uguale...
Un looner è un tipo feticista dei palloncini.
Si tratta dell’eccitazione sessuale nel vedere qualcuno gonfiare un palloncino (in inglese balloon, da cui looner): osservare una bella donna soffiare, udire i suoi ansimi, l’alzarsi e abbassarsi ritmico del petto, insomma, la fisicità dell’atto, è il fulcro di tale spettacolo.
Aggiungete a questo la stimolazione sensoriale giocosa dei palloncini multicolori, il rumore del lattice sotto i polpastrelli e l’eccitazione di non sapere esattamente quando esploderà, e avrete una chiara idea del climax di cui i looners vanno ghiotti.

Tutto qui?
Si, cazzo!

Anzi, no!
Il nostro climax di incredulità tocca l'apice quando, ormai intrippati da 'sta fissa, troviamo che su e-bay, un palloncino gonfiato da una tipa è stato venduto a 90 dollari!
Novantadollaroni!!!!

Pausa.

Alzo lo sguardo verso Mapi e incrocio il suo, dritto nei miei occhi.

Avete capito.



Stamattina mi alzo, accendo il computer e mi trovo questo messaggio:














Ahahhahahhahah, mmmmmavveramente?!?!?
Rileggendolo mi piace farvi notare il passaggio in cui dice di fare questo lavoro da DECENNI, che, se ce ne ha 30, la tipa in questione, è già tanto.

Ma vabbè.
Il mondo è strano...
...o forse no.

Forse non è strano che per un attimo (o più di uno...) abbiamo pensato che, davvero, metterci a gonfiare e strofinare un paio di palloncini a sera non sarebbe stato poi così male, che ci avrebbe, senza alcun dubbio, potuto fruttare più di un secondo lavoro in piena regola; che alla fine non c'è niente di male, un video a gonfiare palloncini è sempre più decoroso di tanti autoscatti da bimbemikia che infestano giornalmente, inutilmente, le nostre bacheche di facebook...

E poi, niente, giro un attimo la testa prima di rileggere il tutto e cosa mi ritrovo sulla scrivania????


Segno del destino???


1 commento:

  1. Ahahahahhaha ma sembra una scenografia di David Lynch!!

    RispondiElimina

Post più popolari